lunedì 17 ottobre 2011

Lunedì

E' solo lunedi e mi sono alzata già stanca. Sarà stata la nottataccia.
Sono andata a dormire presto prestissimo, con un gran mal di testa. Dò la colpa al primo freddo, al vento, al fuoco del camino.
Ieri, subito dopo pranzo, abbiamo fatto una breve passeggiata e siamo rientrati con le tasche gonfie di castagne e le dita ricche di spine. Perchè senza castagne non mi sembra neanche di essere entrati nell'autunno, le castagne sono lo spartiacque tra l'estate e la stagione che più amo.


A casa le abbiamo incise col coltello e poi messe ad arrostire sul fuoco, usando la padellina di Pietro, nata bucherellando una vecchia pentola e dotandola di manico lungo (tutte opere di babbo Pippo).
Poi mi sono ritrovata sola, davanti al fuoco. Fuoco ammaliatore, mi rapisce i pensieri, il fuoco mi incanta... scalda anche il cuore!



Oh quanto ho viaggiato in pochi minuti! Quanto ha volato la mia mente! E mentre sbucciavo le castagne, con le dita che bruciavano che si deve far veloce, ancora ho continuato a pensare, a Roma, a questa nostra Italia allo sbando, ai giovani senza certezze, a chi si lamenta senza motivo, a me, ai progetti che ho e che faticano ad uscir fuori, a cosa vorrei, a cosa non vorrei, a quanto sono fortunata alla fine ad essere quella che sono.
Ogni castagna un pensiero, legato agli altri come da un filo sottile.


Poi mi guardo le mani e ritorno alla realtà: sono nere di carbone. Le annuso e profumano di fumo. Devo imparare e scoprire il bello nascosto dietro le apparenze...
Stamani ancora mal di testa. Ma il sole splendente e luminoso di questa mattina d'autunno per adesso mi basta. In fondo posso sempre prendermi un aulin...

E voi? Cos'è che cattura i vostri pensieri e li fa volare?

12 commenti:

  1. Ciao!!! E' sempre un piacere leggerti! Anche per me è un lunedì insolito, l'ho scritto anche io nel blog :-) sarà questo strano autunno. Il fuoco crea una certa magia, davanti al fuoco torniamo tutti al ns stato primitivo, forse perchè ci si immedesima nel rituale già dalla prima scintilla. E le castagne...andiamo per metafore, già dal riccio incominciano ad annunciare un minuzioso lavoro!:-) Ti auguro una buona settimana

    RispondiElimina
  2. adoro mangiare castagne vicino al fuoco!!
    io e l'aulin?? una cosa sola!
    ciao a presto

    RispondiElimina
  3. mhhh buone le castagne..quest'anno ancora non le ho provate a cusa del caldo che ancora regna sovrano qui al sud..ma credo sia proprio arrivata l'ora...

    RispondiElimina
  4. Il fuoco....anche per me restarlo a guardare e sentirne il calore (io sono freddolosissima) mi incanta e mi fa sognare ad occhi aperti....le castagne poi, le adoro....baci

    RispondiElimina
  5. ma lo sai che ho cominciato a sentire l'autunno anche io quando ho cotto l'altroieri le prime castagne? Un odore che è legato a forti sensazioni che amo!! :)))

    RispondiElimina
  6. anche io adoro stare davanti al fuoco ma purtroppo a casa non ce l'ho e quindi quando vado nella mia casa in montagna me ne prendo piu' che posso come ho fatto sabato e domenica con il fuoco ,la stufa economica accesi tutto il giorno perche' era freddo ma si stava bene ed ho cotto anche io le castagne sul fuoco.auguri inritardo per la tua bimba e per il bimbo te li faccio giovedi'.Erika

    RispondiElimina
  7. Ciao prima ero preoccupata, ora arrabiatissima, presto ti spedisco di nuovo ( il tempo di rifare la cornicetta ^__^) odio le posteeeee.... scusa tantissimo ma la prossima spedisco con raccomandata.
    ps; scusa se ti scrivo sotto i post, ma nn ho la tua mail....perdonata?....un bacio

    RispondiElimina
  8. Bella domanda e bel post, che coinvolge e riscalda, quasi mi sembra di sentirlo il calore del camino...Anche per me le castagne sono parte integrante dell'autunno, ma quest'anno ancora non ho iniziato a mangiarle. Il camino in casa mia non c'è mai stato, ma i miei ricordi sono corsi molto indietro, a quelle situazioni in cui anch'io, a casa di altri, mi incantavo davanti alle fiamme e i pensieri vagavano...Altre situazioni "scatenanti"? Seguire il paesaggio che scorre dal finestrino della macchina o del treno, guardare scendere la neve illuminata dai lampioni, di notte. Ciao, Federica.

    RispondiElimina
  9. Ehi ma dove sei finita? Io ti leggo sempre, e anche la mia mamma!
    Lavinia

    RispondiElimina
  10. Ciao, manco da un pò, ma ho recuperato leggendo tutto, fatti viva ciao

    RispondiElimina
  11. Ciao carissima !! posso invitarti al mio giveaway? in palio ci sono 6 premi carinissimi, se ti va questo è il link: http://paneamoreecreativita.it/blog/2011/12/giveaway-di-natale
    Buona giornata creativa
    Linda

    RispondiElimina
  12. vedo ch anche tu, come me, manchi da molto dalla blogsfera. spero tutto bene. ti mando un abbraccio e ti invito a leggere sul mio blog gli auguri del mio cuore per te e la tua famiglia. www.biancifiore.blogspot.com

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails