martedì 29 giugno 2010

Senza pretese...


Un omaggio al grande Vinicio Capossela, per queste mie giornate senza pretese che scivolano via leggere seppur piene... piene di questa mia vita, così ricca nella sua essenza: una ricchezza che si può riassumere semplicemente con queste immagini...


    Loro tre, i loro sorrisi, le loro risate. Questo conta, tutto il resto viene e va...
   

venerdì 25 giugno 2010

New entry

Nuovo arrivo in famiglia. No, non è un bambino. E no, non è neanche un cane... e nemmeno un gattino, nè un uccellino, nè un pesce o un criceto...
Perchè a noi le cose "normali" non ci interessano mica tanto!
Da una settimana siamo dediti alla ricerca di erbette, radicchi, radici. E da una settimana è impensabile che nel nostro frigo ci sia carenza di carote.
Indovinato?
Tutte queste piccole attenzioni sono solo per lei: la signorina Mina.

Ora mi chiedo: perchè mai uno deve abbandonare un coniglio? Non un coniglio nano, un coniglio d'angora, un coniglio di una qualche razza preziosa e particolare... un coniglio normale di quelli che, si, insomma, finiscono arrosto? Se uno decide di allevare un coniglio si suppone che abbia il posto per tenerlo, che abbia una certa vocazione per l'allevamento, certo un coniglio non lo adotti per bisogno di compagnia... per questo ci sono ragionevoli alternative...
E poi com'è che una sera decidi di liberartene lasciandolo tutto solo in un boschetto? I conigli sono anche paurosi! Povera anima!
Noi siamo una famiglia caritatevole... Filippo tornando dal lavoro non ha saputo resistere... l'ha trovato lungo la strada di casa, spaventato, malmesso, con l'occhio languido...
Adesso abbiamo un coniglio, pardon, una coniglia.
Prego che non incontri mai un simile di sesso opposto...

giovedì 24 giugno 2010

Orecchini a go-go

Ci sono ricascata. Regolarmente mi torna la smania ossessiva di fare orecchini... un pochino complice il corso di oreficeria (anche se il genere è completamente diverso...) e l'aver rispolverato piccoli attrezzi e varie pinzette, perle e catenine, sto sfornando una quantità industriale di chincaglie.
Regalini molto apprezzati!

piccoli piccoli con vetro vintage

azzurri come il mare

neri ed eleganti

viola come i fiori di lavanda

golosi come il caramello

Mi piace l'idea dei due orecchini simili ma comunque diversi tra loro... e mi piace tanto anche il colore del rame invecchiato, così caldo e fascinoso... e mi piace tanto arricciolare e smartellare il filo metallico, è una specie di antistress (soprattutto l'uso del martello!)...
E non finisce qui... aiuto... fermatemi!!!! Grazie ad Alessia che mi ha contagiato, ma ora come se ne esce???



mercoledì 16 giugno 2010

Rossopomodorino

Un post al volo, veloce veloce come questa ricettina che vi racconto, per una pastasciuttina da leccarsi i baffi. A me piace tanto, forse perchè la cucina spesso la mia mamma e devo dire che pur essendo di una semplicità disarmante non riesco mai ad eguagliarla nel risultato.Ma ci provo...
PASTA CON I POMODORINI
Gli ingredienti, tutti basic, li vedete nella foto: un vasetto di pomodorini ciliegini (ma và?), basilico fresco, aglio, origano, peperoncino,olio, sale. E il tipo di pasta che preferite.
In una padellona capiente, che poi dovrà contenere anche la pasta, si fanno soffriggere 3-4 spicchi d'aglio e il basilico. Quando l'aglio è dorato si uniscono i pomodorini, schiacciandoli con una forchetta, il peperoncino, l'origano e il sale e si porta a quasi cottura. Intanto avremo messo a cuocere la pasta: andrà scolata qualche minuto prima del tempo e aggiunta nel padellone del sugo. Qui la nostra pasta completerà la sua cottura.
E poi gnamme, buon appetito!
Chiudiamo il pasto con una bella fetta di cocomero, fresco fresco, con cui lavarsi tutto il viso...
Ah! Cerco consiglio...tra breve avrò a disposizione una buona quantità di more di gelso... che farne?
Confido nei vostri suggerimenti!

domenica 13 giugno 2010

Risveglio

Rimaniamo qui nascoste.
Sotto questa vela azzurra
tanto grande da coprirci tutte
nessuno ci troverà.
Fermiamo il mare
il nostro respiro
i tuoi occhi nei miei
i miei nei tuoi.
Dai, non lasciamoli entrare.
Almeno per adesso.
Ora siamo io e te. Per sempre.
Tic tic tic tic tic tic tic tic...

venerdì 11 giugno 2010

La festa degli gnomi

Festa di fine anno all'asilo di Pietro: due gnomi giganti hanno guidato una miriade di folletti col cappello rosso attraverso giochi e attività con lo scopo di liberare lo gnomo Naturino prigioniero della strega Boccalona. In un bellissimo parco della nostra piccola città, con prati dove correre in libertà, alti alberi sotto cui riposarsi, tanto tanto verde.

Un successone, tutto quanto organizzato da noi genitori, perchè invece di stare lì a lamentarsi di quello che non funziona nella scuola, di come dovrebbe essere e non è, è molto più costruttivo, gratificante e divertente rimboccarsi le maniche e darsi da fare.

Così un gruppo di mamme e di babbi si sono riuniti e organizzati per ideare e realizzare i giochi, altri per garantire " la pappa" per la merenda degli gnometti che in tutto questo trambusto si sono divertiti tantissimo.

Pietro non frequenta una scuola steineriana, ma uno dei motivi per cui avrei scelto di mandarcelo è proprio la partecipazione attiva della famiglia alla vita scolastica.

Ho avuto la conferma che questa partecipazione può esserci anche in una scuola pubblica, basta averne la volontà e, certamente, metterci impegno ed energie: collaborare per il bene dei nostri bimbi, per la loro crescita, il loro divertimento, e farlo in maniera assolutamente gratuita, mettendo a loro disposizione le nostre capacità qualunque esse siano, con l'unico compenso di vederli felici. Senza limitarsi ai "figli nostri"ma aprendoci ai figli della nostra società, tutti quanti.

Vi garantisco che non c'è cosa più appagante dei loro sorrisi.

Gli gnomoni che guidano gli gnomini

L'albero delle sorprese e dei giochi (fatto io eh eh...)


La strega Boccalona (fatta io eh eh...)

Il mio gnomino birichino

La mia gnomina peperina

XXX
OOO

lunedì 7 giugno 2010

I miei primi gioielli

I giorni, le settimane volano via, perduti nel sole ormai caldo di questa nuova estate arrivata senza farsi annunciare dalla primavera... io anche mi perdo, nei giochi dei bambini, nei loro sorrisi, nei loro capricci... mi perdo nella mia stanchezza, nella voglia di tempo da trascorrere in famiglia e che trova purtroppo poco, troppo poco, posto nella quotidianeità... nelle mie paturnie, nei miei sogni di poter godere di una libertà vera, senza condizionamenti e forzature...
Mi perdo anche in piccole soddisfazioni, come andare in fonderia a ritirare i primi risultati del corso di oreficeria... tre anelli di cera si sono trasformati in gioielli di bronzo, plasmati dalle mie mani e poi ripuliti, lucidati, resi a loro modo preziosi... essere felici del risultato ottenuto,immaginare di potersi dedicare a quest'arte, così antica e affascinante, vedere un materiale effimero e delicato come la cera trasformarsi in qualcosa di eterno, destinato a durare...





E già altre piccole "cere" sono pronte per essere portate a fondere: ne usciranno collane, ciondoli, chissà cos'altro... e intanto ho ritirato fuori pinzette, perline, catenelle e fili vari per una voglia di creare che metto in un angolino ma che torna fuori prepotente quando meno me lo aspetto... perchè fa parte di me, perchè così sono io...
Buon lunedì a tutti, è arrivato a casa il mio cucciolo e adesso sono tutta per lui!



LinkWithin

Related Posts with Thumbnails