giovedì 29 gennaio 2009

NON SI BUTTA VIA NULLA!

Da giorni razzolo per casa alla ricerca di qualcosa di dimenticato che possa diventere qualcosa di nuovo. Ho smania di creare usando quello che già c'è,così cerco cerco cerco. Ho trovato dei gomitolini di lana rossi e blu avanzi di chissà quale opera incompiuta e li ho scelti tra tanti migliori. Ho trovato uno scampolino di tessuto giallo avanzato da una tenda che avevo cucito per coprire la caldaia nel bagno.Questo giallone mi stuzzicava da qualche tempo...Ho trovato un avanzino di tessuto a fiorellini micro di un colore delizioso,un po' muschio, che con il giallo era la morte sua.

Così gli ultimi tre giorni sono stati aggeggioni e laboriosi ma produttivi da darmi tanta soddisfazione perchè ho visto venir fuori cosine carine da materie prime degne di poca stima.

Perciò ecco qua: GOLFINO ROSSO BLU


Ho messo i bottoncini fasciati perchè sono una mia fissazione.Mi piacciono troppo, tanto che non ho avuto pace finchè non ho avuto il torchietto per farli da sola.Secondo me danno tanto l'idea di rifinito,a qualsiasi oggetto si applicano...anche se non è proprio perfettissimo(ehm...)!




E poi: VESTITO GIALLO E A MICROFIORI


Disegna il modellino, metti gli spilli(io non tiro mai i punti molli,preferisco usare gli spilli che si fa prima!Tanto per non smentire la regola del tutto e subito!),taglia ,cuci un po' qua, un po' là...e voilà!


Le foto sono un po' bruttine fatte di sera col flash...il giallone che tanto mi piace sembra un colorino sbiadito! Però il vestitino è venuto proprio bellino...


E ora c'è una pezzettina di lino con stampa ciliege che mi sta facendo meditare... Mi sa che è iniziata la produzione estiva del Micio. Sarà mica voglia di primavera???E oggi c'è anche un bel sole!


martedì 27 gennaio 2009

IL GIORNO DELLA MEMORIA

SHOAH
IL GIORNO DELLA MEMORIA
...PER NON DIMENTICARE MAI...

lunedì 26 gennaio 2009

LA DANZA DEI CAVALLI


Sabato pomeriggio siamo stati con Pietro a vedere uno spettacolo al Mandela Forum di Firenze. Si trattava di una esibizione che si ripete ormai da alcuni anni e che vede come protagonisti i CAVALLI.
Si intitola APASIONATA e quest'anno il tema conduttore è IL VIAGGIO inteso come giro intorno al mondo alla scoperta di luoghi,costumi,musiche che fanno da cornice ad animali meravigliosi che sembrano danzare piuttosto che galoppare e trottare.
In genere io sono contraria agli spettacoli che coinvolgono gli animali ma in questo caso poichè il biglietto è stato un regalo e avevamo piacere di fare qualcosa di diverso con Pietrino abbiamo deciso di andare. Ed è stato bello perchè trasparivano la passione e l'amore che legava l'uomo e l'animale, perchè si sentiva la simbiosi cavallo-padrone.
Insomma se vi piacciono i cavalli, esemplari superbellissimi di cavalli, e questo spettacolo fa tappa nella vostra città andate a vederlo perchè merita veramente.
Gli artisti arrivano da diverse parti del mondo: Francia, Stati Uniti, Belgio, Argentina, Spagna, Irlanda... e ogni gruppo con i propri animali inscena uno spettacolo legato al luogo di origine con musiche molto suggestive.

giovedì 22 gennaio 2009

ZOPF

Ovvero PANE AL LATTE.
Si tratta di una ricetta austriaca o tedesca (ehm...non mi ricordo...) per fare in casa questo pane a parer mio buonissimo che può e deve essere arricchito a piacere con: NOCI, PINOLI, ROSMARINO,OLIVE,ERBETTE VARIE,POMODORINI SECCHI e tutto quello che la fantasia vi suggerisce.
La realizzazione è molto semplice e veloce perchè un'ora di lievitazione è sufficiente a differenza di altri tipi di pane che richiedono tempi mooooolto più lunghi.

Ecco le dosi per due pani:
  • 1 kg di FARINA TIPO O
  • 2 cucchiaini di SALE
  • 6 decilitri di LATTE
  • 120 grammi di BURRO
  • 1 dado di LIEVITO DI BIRRA
  • 2 cucchiaini di ZUCCHERO
  • 1 ROSSO D'UOVO

Scaldare il latte, aggiungere il burro e farlo sciogliere. Fare intiepidire. Unire il sale alla farina e aggiungere il latte burroso.

In una ciotolina mettere il dado di lievito e i due cucchiaini di zucchero e mescolare:per magia il lievito si scioglierà e diventerà liquido. Aggiungere questa pappetta all'impasto e impastare bene con le mani. Non occorre lavorarlo molto al lungo perchè l'impasto che si ottiene si amalgama subito bene...la fatica è pochina!

Far lievitare per un'oretta finchè viene fuori un bel pallone.

Dopo che l'impasto è lievitato bisogna impastarlo di nuovo brevemente aggiungendo quello che più vi ispira tra le cosine che vi ho suggerito all'inizio. L'altra sera ho fatto questi due pani dividendo la pasta in due e unendo noci in uno e pinoli nell'altro. Una valida alternativa è fare (se avete tempo,io non ne avevo...)tanti panini piccoli e rotondi che sono ottimi da farcire in vario modo in caso di feste e rinfreschi. Il bello di questo pane è che oltre ad essere delizioso si conserva al lungo:io lo tengo in un sacchettino infagottato dentro un asciughino e resta bello morbido!

Alla fine si fa la forma del pane (quella originale sarebbe una treccia "acciambellata" ma come ripeto io non ho tempo...) e si spennella con il rosso dell'uovo.

Poi si inforna a 180° per 30 minuti e il risultato che si ottiene è questo qui:

Attenzione quando si dispone sulla teglia perchè mentre cuoce rilievita tanto: occhio alla distanza!

Servito tiepido è golosissimo, con i formaggi una meraviglia!

martedì 20 gennaio 2009

LA MIA PRIMA BAMBOLINA!

Sono molto contenta! Stasera sono riuscita a terminare la mia prima bambolina waldorf.
Non è venuta perfetta, ovviamente, ma è così bellina e tenera che mi piace proprio tanto. E che soddisfazione vederla crescere piano piano e uscire dalle proprie mani!
Ho seguito il procedimento descritto nel libro BAMBINI E BAMBOLE e sebbene ad una prima lettura mi fosse sembrato assai difficile, beh devo dire che seguendo le istruzioni passo passo non è stato così impossibile.
Ah, il libro era consigliato da Claudia ( http://www.lacasanellaprateria.com/ ) e i suoi esempi sono stati preziosi. Lei riesce a fare cose meravigliose, è così brava!

Io ho iniziato da una delle bambole più semplici, la BAMBOLA CON VESTITO A SACCO. E' spiegato tutto molto bene a partire da come tagliare e cucire la stoffa, a come imbottirla, a come fare le manine e tutto il resto.

Sono riuscita a trovare la maglina color carne con facilità ma per la lana per imbottire ho avuto dei problemi...tanto che ho ripiegato su un mio maglione di pura lana bianco e un po' rovinato tagliato a striscioline. Per riempire la bambolina c'è voluto tutto il maglioncino!
Una delle cose più complicate è stato cucire i capelli anche se sono pochi e sbucano solo da sotto il cappellino. Immagino che ricoprire tutta la testa debba richiedere tanta pazienza. Mmmmm...

Cucire gli occhietti e la bocca e consegnare la bambolina a Margherita è stata una grande gioia. Una gioia semplice ma tanto tanto grande. E la signorina ha gradito molto.

lunedì 19 gennaio 2009

AUGURI AMORE!

Negli ultimi tre giorni abbiamo festeggiato tre compleanni:
VENERDI è stato il comple della mia nonna C.
SABATO è stato il comple della mia nonna A.
e DOMENICA cioè ieri...

IL COMPLEANNO DEL MIO AMORE FILIPPO!!!!!!
TANTI TANTI TANTI AUGURONI CON TUTTO L'AMORE CHE C'E'...
...OVVIAMENTE DA PARTE MIA...
...E POI DAL TUO CUCCIOLONE PIETRO...
...E DALLA TUA STELLINA MARGHERITA...
...TRUCCATI ABILMENTE PER LA FESTA!!!!



venerdì 16 gennaio 2009

STRAZIO!

Stamani abbiamo portato Pietro a fare il prelievo per le analisi del sangue.
Ha tre anni e tre mesi ed è la prima volta.
Le analisi le ha richieste il pediatra (non quello dell'ASL, che se ne frega di tutto e di tutti, ma uno che ha scrupoli profumatamente pagati...) perchè non ci vede chiaro sui continui malanni e inappetenza e vari vomitamenti e frequenti febbri del bimbo.Ovviamente al pargolo non abbiamo parlato della procedura fino all'ultimo momento. Poi si è scatenato il pandemonio e nel laboratorio di analisi si sentiva solo una vocina straziante e straziata che strillando implorava pietà:
-MAMMA HO TANTA PAURA!!!
-MAMMA ANDIAMO VIA!!!
-MAMMA ANDIAMO AL BAR A FARE COLAZIONE!!!
-MAMMA SALVAMI!!!
-AIUTOOOO!!!
Perchè MAMMA??Perchè essendo anche Filippo presente non invocava anche il suo aiuto???
Di certo se il babbo non ci fosse stato avrei preso il pargolo e me ne sarei tornata a casa. E' sicuro.
Alla fine arriva il suo turno. Una dottoressa bravissima e paziente riesce a inserire l'ago (il mio stomaco era una pallina...), lui apre un occhio, si guarda il braccio...SMETTE DI PIANGERE...
-OOOOOHHH,MA NON HO SENTITO NIENTE!!!
E sorride quasi contento dell'avventura che sta vivendo.
Per tutto il giorno non ha parlato d'altro. E con quanto entusiasmo!
Io inizio a riprendermi un pochino adesso. Sono le sette di sera.

domenica 11 gennaio 2009

GIOIA GELATA E CALDA

Una bellissima domenica sulla neve! Da qualche tempo avevamo in programma di portare Pietro a conoscere la signora Neve. L'aveva vista un'altra volta ma era così piccolo che non ne aveva memoria. Stamani dopo aver assunto i nonni-tati perchè si occupassero di Margherita siamo partiti verso l'Abetone, gettonatissima meta sciistica toscana. Un'oretta poco più di viaggio ed eccoci arrivati. Pietro è emozionatissimo...
All'inizio mostra un po' di reticenza, ma poi via libera all'entusiasmo! Il gatto delle nevi è l'oggetto di principale interesse, soprattutto per i suoi cingoli giganti... poi il pupazzo di neve... le pallate con babbo e mamma... la discesa nei ciambelloni... la moto-slittina gonfiabile...

...la dolcezza delle sue gote rosse dopo il pallore della malattia, il suo sorriso, la felicità un po' egoista di avere mamma e babbo tutti per sè in una occasione così speciale, le sue parole ancora distorte che escono come un fiume in piena da quella bocca da baci, i suoi occhi neri che scintillano come i ghiaccioli appesi ai tetti delle case sotto i raggi del sole...
La sua gioia era la mia, il mio cuore batteva con il suo.

Tornati a casa nel tardo pomeriggio il dono inatteso di una luna gigante e dorata che faceva capolino tra le fronde degli alberi della collina.

Una di quelle giornate che lasciano il segno. Grazie per tutto questo.

sabato 10 gennaio 2009

LA FELICITA' E' SEMPLICE


Finalmente una bellissima giornata illuminata e riscaldata dai timidi raggi di un delizioso sole invernale. Siamo stati fuori tutto il pomeriggio finchè non è stato troppo freddino anche per le nostre tenute da spedizione polare! Un pomeriggio tra le bancarelle del mercatone settimanale, a salutare la nonna Elena in negozio, a fare una bella merendona a base di bombolone-ciambella e cappuccino comodamente seduti al tavolino della pasticceria. Un pomeriggio di noi-famiglia, una entità che ultimamente si era un po' perduta nei meandri dei malanni, del lavoro, dello stress, del quotidiano che purtroppo complice la stanchezza non è fatto solo di cose piacevoli.
Ma basta proprio poco per recuperare, per ritrovare quell'armonia che è segnale del nostro amore, della gioia di giocare con i nostri bambini, parlare con loro, crescere con loro. Vederli felici e sentirsi completi.
Auguro a tutti di vivere ogni giorno immersi nella serena felicità tranquilla di questo mio pomeriggio. Impagabile.


giovedì 8 gennaio 2009

PASTICCERA PASTICCIONA cap.2

Ok, ho sfornato i capolavori...promettete di non prendermi in giro...mi vergogno un pochino...vabbè...


Diciamo che si sentivano un po' soli e avevano voglia di stare vicini vicini. Forse troppo.Confido nel gusto, che almeno siano buoni. Più guardo questa foto e più mi vien da ridere.E che sennò...???!!!

PASTICCERA PASTICCIONA cap.1

Ho fatto i muffin, o almeno avrei voluto. L'idea geniale è stata usare i pirottini di carta invece degli stampi in metallo come faccio di solito: li ho riempiti troppo e nel mio forno sta accadendo l'APOCALISSE!!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails