mercoledì 3 dicembre 2008

L'ALIENA


Mi sento come se fossi arrivata da marte. Uno di quei giorni in cui i pensieri si rincorrono all'impazzata con fasi alterne repentine caldo freddo bello brutto bene male ecc... Non riesco a fare ordine, a dare un ordine a niente di quel che mi viene in mente,e mi risulta anche assai difficile scriverne. E' come se fossi scollegata, come se mi vedessi da fuori e non avessi voce in capitolo sulla mia vita. Mi guardo allo specchio e non mi riconosco e mi sento come invisibile nel mondo degli altri.

Natale si avvicina a grandi passi. Natale è da sempre un periodo un po' critico per il mio caratteraccio "a fasi alterne". Da quando ci sono i bimbi mi sento in dovere di viverlo più serenamente, lasciando indietro vecchi dolori,rancori,malesseri,non accettazioni.Perdoni difficili.Perchè a trentacinque anni si è avuto il tempo di vivere anche queste cose, benchè in molti non ci credano e si nascondano dietro sei troppo giovane! appena sussurrati e non così veritieri.

Nei giorni come questo mi ribolle tutto fuori dal calderone e ne esce un caos mentale. E divento un'aliena. Mettiamoci anche la febbre di Pietro e le ultime due notti di mio sonno mancato...

Facciamo ripartire alla svelta la mia astronave...



1 commento:

  1. capita spesso di sentirsi alieni, io ho una canzone per questo speciale stato d'animo, ogni volta che l'ascolto capisco sempre di più.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails