lunedì 29 dicembre 2008

AIUTO...ARIA...


Stasera mi sento così:come una casetta sperduta sulla vetta solitaria di una montagna (carino questo disegno di Dermot Flynn). Ho bisogno di uscire, vedere qualcuno che non pianga,non strilli, non faccia le bizze, e non faccia la cacca nel pannolino. E che come mio marito Filippo non sia avvolto da un alone di calma serafica qualunque cosa succeda. Ok, ho i nervi allo stremo. Giorni e giorni forzatamente in casa e non ne posso più. Per di più Pietro, convalescente dal broncopolmonite e di nuovo malato(ditemi come si può,neanche lo tenessi a dormire in terrazza a -3°...) è elettrico,sembra una molla e ne combina di tutti i colori,sempre chiuso in casa non ha valvole di sfogo... e io non riesco a non arrabbiarmi e dopo mi arrabbio perchè mi sono arrabbiata e non avrei voluto... e strillo...e io quelli che strillano non li sopporto!!Sto diventando una mamma isterica di infima categoria e mi faccio un po' schifo. Non voglio più giornate così e non voglio più sentirmi così sbagliata.

5 commenti:

  1. Non ho figli e quindi sicuramente non posso capire a fondo le tue problematiche "isteriche"... ma posso dirti..."ti sono vicino?".
    Capisco che questi giorni di reclusione, sia per te che i tuoi bambini, sono interminabili... non sentirti in colpa se strilli un po' di più, sei umana anche tu!!!!!! I tuoi bambini ti amano e ti ameranno comunque!
    Un abbraccio di conforto....

    RispondiElimina
  2. Ciao Federica... anche io come Claudia non posso capire, ma posso immaginare. Ti ci vuole una giornata di sfogo per te stessa.
    Che ne sò, magari semplicemente una lunga passeggiata, o un taglio di capelli dal parrucchiere, una sauna, o uno stupendo massaggio agli olii essenziali dall'estetista!
    Intanto ti mando un abbraccio e un augurio che al più presto tutti stiano bene e possiate uscire.
    cio L.

    RispondiElimina
  3. Grazie grazie grazie...le vostre parole confortanti non mi fanno essere meno nevrotica però mi aiutano a sentirmi meno sola e vuol dire tanto!!Intanto oggi pomeriggio un giretto (lampo) all'ikea,tra la gente,è stato un piccolo toccasana...
    Vi abbraccio tutte e due e vi mando un bacino cibernetico...

    RispondiElimina
  4. Sto sorridendo con grande solidarietà.
    Dai, passerà tutto.
    Intanto ti faccio un pat pat e mille auguri per un anno SANO e felice. :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails