lunedì 24 novembre 2008

MEMORIE DI BIMBA

Ok. Sono stata costretta da mia mamma che da tempo immemorabile mi martellava "quando vieni a casa guardiamo in soffitta che cosa c'è da buttare!!!"ad andare a rovistare tra cose che non vedevo da trent'anni. Ditemi se vi sembra una cosa da poco. E' stato uno shock.


Anche perchè non ero assssssolutamente preparata, pensavo di riuscire a rimandare la riesumazione come era successo fino ad oggi, usando scuse subdole come coliche addominali, nevralgie cosmiche, ecc... Invece con l'inganno di invitare il nipotino a curiosare nella "soffitta delle meraviglie" mi ha incastrato nell'impresa. E per lei è stato facile: le è bastato tirare fuori una vecchia scatola con dentro i miei animalini della fattoria...e il PICCOLO MAIALETTO.Ho quasi pianto (un po' per rabbia e un po' per emozione) rivedendo quella creaturina lunga 8-9 mm che da piccola adoravo e che regolarmente perdevo ma io non potevo vivere senza il mio piccolo maialetto e allora in casa tutti a cercarlo che sennò alla piccina le vengono le ansie... Poveri noi, a pensarci ora. Comunque gli animalini non si toccano, figuriamoci LUI! E figuriamoci la scatola di latta dei biscotti Plasmon piena zeppa di puffi di plastica "mamma questi sono vintage tra qualche anno avrenno un valore inestimabile!", guai, lasciamoli stare.


E ormai gli argini del mio cuore si erano rotti, non spargevo lacrime copiose per una sorta di pudore filiale ma mentre saltavano fuori dagli scatoloni Barbie decapitate, con i capelli rasati e i vestiti strappati, i truccosetti alla ciliegia, il flipper-wow-automatico, il gioco di gira la moda, il piccolo chimico(?), una marea di bambole di ogni tipo e dimensione (quasi tutte svestite chissà poi perchè) e libri libri libri, ecco allora mi sono vista passare davanti tutti questi anni che son corsi via così veloci che quasi non me li ricordo e con il nodo allo stomaco ho messo un punto fermo. Vivere al massimo ogni momento e quando dico al massimo intendo con la pienezza più assoluta qualunque cosa stia facendo. Non si torna indietro, non c'è seconda chance, non si recupera quel che ci è concesso. Tutti lo sappiamo ma spesso preferiamo fingere di essere eterni. Il tempo non si inganna e le soffitte piene di ricordi ne sono la conferma. Voglio essere più consapevole che il mio tempo è prezioso e ha un limite. Non voglio più buttarlo.

Comunque non ho gettato via quasi niente delle mie cianfrusaglie illudendomi che prima o poi Pietro e la Margherita giocheranno con piacere con i balocchi che erano stati della loro mamma. Lo so, mi illudo. Però io i gormiti e le winx proprio non li reggo!






5 commenti:

  1. Gira la moda.. il mio gioco preferito d'infanzia...l'incrocio di rosa celeste giallo chiaro (o bigio?) in un attimo mi riportano a quel disco magico.

    ciao, ben trovata, e buon tempo tuo da non buttare


    Francesca

    RispondiElimina
  2. Fantasticooooo!
    I puffiiiii li ho anche io, ci ho giocato molto. Tu ne avevi proprio tantissimi... e gira la moda, quante volte ho visto quella pubblicità la ricordo ancora, ma non l'ho mai avuto.
    Nemmeno io riesco a buttare nulla, ci prova anche mia mamma ogni tanto a farmi fare pulizia, ma è un'impresa impossibile!
    Niente malinconie, viviamo la vita giorno per giorno...
    buona settimana Lidia

    RispondiElimina
  3. Che bello! I miei hanno buttato tutto senza troppe domande... come mi piacerebbe ritrovare i miei vecchi giocattoli!

    I tuoi figli saranno felicissimi di giocarci, almeno finché qualcuno non metterà loro in testa che Winx e Gormiti sono meglio...

    RispondiElimina
  4. Che tenerezza vedere le bambole lì raggruppate, ne avessi anch'io ancora tante così!
    Mia madre ha conservato ben poche cose della nostra infanzia, con la scusa di far spazio-far spazio!
    Ho conservato io stessa un bambolotto con i capelli di lana, Coccolone, che Luna ora si porta di tanto in tanto a letto.
    I tuoi figli ci giocheranno volentieri, ne sono certa.

    P.s. E poi, le Winx, basta non fargliele conoscere. ;)

    RispondiElimina
  5. oddiooooo e io che pensavo fosse solo mia madre la "grissom" malata di ste cose....io mi sono ritrovata con una marea di barbie e di vestiti logori...però i ricordi erano molto vividi....

    ciaooo

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails